Novità dalla ricerca sulla Malattia di Huntington In un linguaggio semplice. Scritto da ricercatori. Per la comunità mondiale MH.

Stai cercando il nostro logo? Puoi scaricare il nostro logo anche ottenere l'informazione su come di usarlo alla nostra pagina di condivisione.

Ultime notizie

Variazioni nel gene della MH influenzano l'esordio dei sintomi

Variazioni nel gene della MH influenzano l'esordio dei sintomi

Melissa Christianson del 01 Giugno 2015.

Così come è difficile prevedere quando scoppierà un temporale, è altrettanto difficile predire quando compariranno i sintomi della malattia di Huntigton per ogni singola persona. Tuttavia, nuove ricerche suggeriscono come piccoli cambiamenti nell'attivazione del gene dell'Huntington influenzino l'esordio sintomatico - e potrebbero fornire importanti informazioni per la ricerca di terapie per la malattia.

La strada si illumina: Un nuovo biomarcatore per la Malattia di Huntington

La strada si illumina: Un nuovo biomarcatore per la Malattia di Huntington

Melissa Christianson del 20 Maggio 2015.

Nella Malattia di Huntington, le cellule del cervello iniziano a morire molto prima che insorgano i sintomi della malattia. Sfortunatamente, strumenti adatti per monitorare gli iniziali cambiamenti cerebrali – e testare se le nuove terapie li rallentino o fermino – precedentemente non erano disponibili. Uno strumento sviluppato di recente, tuttavia, con l’obiettivo di superare questo problema, probabilmente significa grandi cambiamenti per il modo in cui tracciamo la Malattia di Huntigton.

Annunciato trial clinico per la Malattia di Huntington: farmaco per l' abbassamento dei livelli di huntintina entra in Fase I di sperimentazione nel 2015

Annunciato trial clinico per la Malattia di Huntington: farmaco per l' abbassamento dei livelli di huntintina entra in Fase I di sperimentazione nel 2015

Leora Fox del 16 Dicembre 2014.

Una nuova sperimentazione clinica appena annunciata per il 2015 ha l' obiettivo di testare una terapia di "abbassamento dei livelli di huntintina", chiamata oligonucleotide antisenso (ASO), che attacca direttamente l' huntintina mutata. Siamo estremamente entusiasti: è la prima sperimentazione umana di sempre per la MH che mira a combattere la MH alla radice del problema, e ha mostrato risultati promettenti nei modelli animali. Qual è la novità?

Prana annuncia i risultati del trial clinico Reach2HD di PBT2 per la malattia di Huntington

Prana annuncia i risultati del trial clinico Reach2HD di PBT2 per la malattia di Huntington

Dr Jeff Carroll del 24 Agosto 2014.

Si tratta dei risultati dello studio Reach2HD, che è stato progettato per testare il farmaco sperimentale PBT2, per la fase iniziale e intermedia della malattia Huntington. Il farmaco sembra sicuro e ben tollerato alle dosi che sono state testate, ma abbiamo grandi perplessità circa il modo in cui i risultati sono stati riportati.

Il dolce segreto: i cervelli dei malati di Huntington utilizzano lo zucchero in modo differente

Il dolce segreto: i cervelli dei malati di Huntington utilizzano lo zucchero in modo differente

Dr Jeff Carroll del 15 Marzo 2014.

Il cervello è un organo molto affamato, ma consuma energia in modo diverso nella malattia di Huntington? Un team guidato da David Eidelberg del Feinstein Institute for Medical Research sta studiando i modelli di consumo dell' energia nel cervello delle persone portatrici della mutazione MH. Cambiamenti in termini di quanto zucchero utilizzi il cervello sono stati rilevati anche prima che il cervello inizi a cambiare fisicamente, suggerendo che questa possa essere una cosa utile da traccare negli studi clinici MH.

'Buzzilia' dal Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington: giorno 4

'Buzzilia' dal Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington: giorno 4

Dr Jeff Carroll del 23 Novembre 2013.

La nostra relazione finale dall' ultima mattinata del Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington a Rio de Janeiro, in Brasile.

'Buzzilia' dal Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington: giorno 3

'Buzzilia' dal Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington: giorno 3

Dr Ed Wild del 28 Ottobre 2013.

Il nostro terzo rapporto giornaliero dal Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington a Rio de Janeiro, in Brasile.

'Buzzilia' dal Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington: giorno 2

'Buzzilia' dal Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington: giorno 2

Dr Jeff Carroll del 16 Ottobre 2013.

Il nostro secondo rapporto giornaliero dal Congresso Mondiale sulla Malattia di Huntington a Rio de Janeiro, in Brasile.

Quanto lungo é troppo lungo? Ripensando alla 'zona grigia' della malattia di Huntington

Quanto lungo é troppo lungo? Ripensando alla 'zona grigia' della malattia di Huntington

Dr Ed Wild del 15 Ottobre 2013.

Il test genetico per la malattia di Huntington prevede la conta del numero di CAG all'inizio del gene MH. Alcuni risultati sono in una 'zona grigia' - superiore al normale ma minore del range che provoca la MH. Ora, studiando attentamente le persone con un numero di CAG nel range intermedio, lo studio PHAROS ha trovato alcune lievi differenze nell'umore e nel comportamento. Questi risultati non significano che un numero di CAG intermedio causi la MH, ma suggeriscono che possa avere alcuni effetti sul cervello, che devono essere studiati più in dettaglio.